UXDE dot Net

I giochi mobile sono in continuo aumento

Pubblicato da il

minecraft ios mobileSe diamo un occhio alle statistiche è facile capire quanto siano gettonate le app di giochi. Infatti è proprio questa la tipologia di app più scaricate in assoluto. Per rendere l’idea è giusto dire che le app di giochi hanno superato anche il download di social network.

Ma chi sono queste persone? Che ritratto ha il giocatore che usa smartphone e tablet? A sorpresa solo una parte (circa il 29%) di tutti i giocatori ha meno di 18 anni, quindi l’idea di alcuni che solo i giovanissimi scarichino le app di giochi è sbagliata. Infatti, l’età media è di 31 anni e abbraccia ugualmente sia gli uomini che le donne. Stiamo parlando di un mercato enorme che in tutto il mondo vale ben 22,1 miliardi di dollari.  E in Italia com’è la situazione?

Guardando alle statistiche riferite ai dispositivi IOS possiamo notare che fra le 10 app a pagamento più scaricate ci sono 4 giochi, ovvero Football Manager Mobile 2016, Monopoly, Minecraft, Plangue Inc.. E la situazione diventa ancora più interessante se guardiamo la classifica delle app che hanno incassato di più. La top 10 è composta da ben 7 giochi italiani e stranieri. Questi dati possono darci il polso della situazione e dimostra che gli utenti adorano giocare dai loro smartphone o tablet.

Oltre a questo poi dobbiamo segnalare anche una categoria di app che, pur non rientrando fra i giochi per come vengono intesi in senso stretto, si avvicina molto: parliamo delle applicazioni per quote scommesse online e pronostici tutti gli sport come ad esempio Netbet Sport o Paddy Power. Si tratta di un settore che sta crescendo in maniera esponenziale trainato proprio dalle puntate tramite app che, si stima, varranno ben il 40% dell’intero mercato entro il 2018.

Una cosa è dunque certa: giocare su smartphone e tablet è già una realtà molto radicata, ma per il futuro sarà una pratica ancor più diffusa.

Info sull'Autore

è laureato in Informatica. Sei anni fa ha fondato Apple Tribù, e si impegna nel mantenere attivo il sito assieme agli altri autori. Puoi trovare Paolo su , e .