UXDE dot Net

HealthKit utilizzata su pazienti dello Stanford Hospital University

Pubblicato da il

Apple ha dichiarato di aver aperto una collaborazione insieme alla Duke University e lo Stanford Hospital University, grazie alla quale alcune delle sperimentazioni su pazienti all’interno della struttura vengono svolte tramite la nuova applicazione, HealthKit.

Apple’s-HealthKit

Apple è stata vaga nel corso della conferenza stampa dove non ha citato nessuno dei parametri sanitari o dei gruppi di pazienti monitorati in fase di studio. Mentre secondo le dichiarazioni di Ricky Bloomfield, interno di Pediatria presso la Duke University, pare che l’istituto di ricerca utilizzerà l’applicazione per monitorare i parametri vitali come la pressione sanguigna o il peso dei pazienti colpiti da malattie cardiache o tumori.

HealthKit fungerà inoltre da raccoglitore di dati. I paziente potranno immetterli personalmente, e il software sarà in grado di correggere eventuali errori di compilazione. Per i dottori questo è un passo in avanti: nel momento in cui avranno bisogno di prendere visione dello stato di salute del paziente, potranno monitorare l’essenziale direttamente dall’applicazione.

Alla Stanford, Christopher Longhurst ha confermato che l’istituto utilizzerà l’api per il monitoraggio di pazienti diabetici. Quest’ultimi saranno dotati iPod Touch, dimessi e istruiti su come debba essere utilizzata l’app. In questa maniera i medici, anch’essi equipaggiati di iPod potranno controllare la situazione del corrispettivo paziente senza doverlo scomodare da casa.

wwdc14_healthkit_epic_systems-100305512-large

Secondo alcuni questa nuova tecnologia garantirà velocità e sicurezza nel trasferimento di dati personali. Le cartelle cliniche cartacee verranno così progressivamente sostituite in maniera tale da garantire un servizio rapido ed efficiente a tutti i pazienti. I dati poi saranno diffusi tramite il sistema di condivisione di iOS, in maniera tale da accorciare se non eliminare, tutte le tempistiche necessarie per la compilazione e il trasferimento di dati.

Tim Cook e soci hanno sempre sostenuto che vedono HealthKit come un aspetto importante di iOS, perchè può garantire un ulteriore reale aiuto a tutti i suoi utenti. Ovviamente ci vorrà del tempo affinché tutto quello di cui scritto sopra accada, giri con semplicità e soprattutto, correttamente. Ma Apple è già al lavoro e in collaborazione con altre aziende, per ottimizzare tutto nel minor tempo possibile.

Info sull'Autore

Drario

Puoi trovare Dario su , e .