UXDE dot Net

Google Play Music su iPad

Pubblicato da il

google_play_music_all_access

Google Play Music è l’alternativa ad iTunes che ogni utente Apple può scaricare sul proprio idevice. Ad oggi però l’applicazione non è ancora universale, infatti è ottimizzata solo per iPhone e iPod, ma non per iPad. Ultimamente il servizio è ulteriormente migliorato con il lancio del piano Unlimited che permette di ascoltare milioni di brani, appunto senza limiti.

Recentemente l’autorevole blog 9to5mac ha portato alla luce prove tangibili (video e foto) che mostrano come Google sia in procinto di rilasciare il suo servizio anche per iPad. Il colosso di Mountain View si sarebbe già mosso per chiedere l’ok ad Apple. Tornando al Novembre 2013, quando Google Play Music fu lanciato su App Store, ricordiamo che il servizio venne offerto gratuitamente per un mese a tutti i nuovi clienti. Ora però non è scontato che la stessa promozione venga attuata per iPad.

Una volta scaricato Google Play Music potrete scegliere tra questi due promozioni:

Unlimited:

  • Ascolta tutti i brani che vuoi
  • Crea stazioni radio personalizzate con qualsiasi brano, artista o album
  • Ascolta radio con skip illimitati
  • Ricevi consigli pertinenti basati sui tuoi gusti
  • Ascolta playlist realizzate dai nostri esperti di musica

Standard ( funzioni che anche il piano unlimited):

  • Aggiungi fino a 20.000 brani della tua raccolta di musica personale utilizzando il tuo computer Mac, Windows o Linux
  • Ascolta la musica su tutti i tuoi dispositivi e con il nostro web player all’indirizzo play.google.com/music
  • Accedi ovunque alla tua musica senza sincronizzarla e salva i tuoi brani preferiti per ascoltarli offline
  • Ascolta tutta la musica senza annunci

Se davvero questo servizio venisse ottimizzato anche per iPad sarebbe una vera minaccia dentro l’ecosistema iOS, per Apple, Spotify e l’ultima arrivata Beat. 9to5mac resta scettico sul materiale proposto, ma evidenzia come sia ben congegnato. Ecco i contenuti mostrati:

Info sull'Autore

ha cominciato a scrivere per Apple Tribù nel 2012. E' un liceale con tante idee, ama la tecnologia, i social network e la musica. Puoi trovare Giovanni su , e .