UXDE dot Net

Tutto ciò che c’è da sapere per avere iWork gratuitamente

Pubblicato da il

Tra le infinite possibilità di scelta di nuovi cellulari e tra le innumerevoli offerte di smartphone di ogni tipo, colore, sistema operativo e potenzialità, ci soffermiamo su un caso che ha suscitato interesse e delusione allo stesso tempo: quello della Apple e della sua scelta di “regalare” la app iWork. Alla fine del mese scorso, infatti, la Apple ha annunciato il lancio della app iWork con una interessante ed accattivante proposta: la suite di iWork, come quella di iLife sarebbero state gratuite per tutte le persone che avessero acquistato i nuovi dispositivi iOS e Mac! Si ricorda che iWork non è una semplice app, ma una suite di tre applicazioni (Pages, Numbers e Keyonote) che vanno sempre a braccetto e che per chi non può scaricarle gratuitamente per i problemi che vedremo in seguito, hanno prezzo variabile a seconda che si scarichi la versione per il dispositivo iOS o per Mac. Una scelta vincente quella del download gratuito, se non che per molti utenti si sono verificate una serie di difficoltà che non hanno permesso di poter davvero usufruire gratuitamente dell’app. Da qui i primi dubbi: è veramente gratuito ottenere iWork?

pages_screen
La risposta è si, ma a patto che si abbiano determinati requisiti disposti dalla Apple stessa. Tutti gli utenti che acquistino un dispositivo iOs o Mac possono scaricare gratuitamente iWork. Ma, e questo è uno degli aspetti criticato da diversi utenti, la Apple non “avvisa” della promozione gratuita: sia iWork che iLife sono messe in bella mostra tra le app più scaricate sotto la dicitura “migliori nuove app”, ma non “migliori nuove app gratuite“! Tuttavia, chi è a conoscenza del fatto che iWork sia gratuito, può scaricarlo in maniera abbastanza facile tramite l’App Store: basta cliccare sul pulsante “Download” per avere la suite sul proprio smartphone.

 

Quali sono gli utenti che non potranno usufruire di questa promozione? Questa modalità semplice di download è dedicata a pochi eletti, quelli che hanno acquistato da poco un dispositivo iOS o Mac o che già possiedono la app e desiderano scaricarne gli aggiornamenti. Nel caso non si posseggano questi requisiti, allora si può scaricare ugualmente iWork, ma cliccando sul pulsante “Aggiorna”. Questa azione porterà l’utente sulla pagina di acquisto dove, prima di potere continuare con il download gratuito della app richiesta, si dovranno necessariamente accettare una serie di app “obbligatorie”. Chi procede tramite questa strada potrebbe inoltre incappare in messaggi di errore che sono quelli che hanno fatto dubitare della reale possibilità di scaricare gratis iWork. Apple sta lavorando per risolvere questo bug evidenziando la bontà della sua promozione.

L’unico vero intoppo lo troverà invece l’utente che possiede dei dispositivi un po’ più datati per i quali non è previsto il riconoscimento dell’Apple ID. Ma come Apple stessa ha dichiarato, qualsiasi dispositivo acquistato dopo il primo ottobre 2013, sia esso un iPhone o un iPad o un iPod touch non avrà alcun tipo di problema nel download gratuito, avendo inoltre la possibilità di attingere gratuitamente a tantissime app, anche se solamente sul nuovo dispositivo e non su eventuali altri dispositivi pur collegati allo stesso account!

Info sull'Autore

PhoenixMac

Puoi trovare su , e .