UXDE dot Net

Recensione: Marley STIR IT UP, cuffie on-ear che rispettano l’ambiente.

Pubblicato da il

In fatto di cuffie, posso dire di averne provate veramente tante, e di averne amate diverse, prime fra tutte le Dr.Dre Studio: continuo a pensare che siano eccezionali per il rapporto qualità-prezzo e sono le uniche che porto sempre con me. Ovviamente  parlo di rapporto qualità-prezzo se paragonate alla loro fascia di utenza.

Nel vasto mondo delle cuffie, si stanno però facendo largo anche svariati nuovi marchi, tra cui “The House of Marley“, che produce sistemi audio di qualità, auricolari e non per ultime, cuffie.

Proprio in quest’ultimo campo, spiccano le nuove Stir It Up, cuffie on-ear che abbiamo avuto modo di provare e che prendono il nome dall’omonima canzone di Bob Marley.

Anche il design è ispirato al famoso jamaicano dallo spirito libero, e per l’appunto sono costruite con materiali completamente riciclati e che rispettano la natura. Ma non iniziate a pensare che solo perché i materiali utilizzati rispettino l’ambiente la qualità non sia paragonabile a quella di cuffie più gettonate, anzi, rispetto alle Dr.Dre Solo, dirette concorrenti che si pongono sulla stessa fascia di mercato, quest’ultime sono più solide e costruite con materiali più nobili della semplice plastica: alluminio, legno e tessuto.

Sono molto solide, e il suono è forse migliore rispetto alle Dr.Dre Solo, che riteniamo adatte solo ad alcuni generi musicali. Queste si distinguono per l’ampia gamma di frequenza e non per ultimo, per la particolarità del design. Suonano molto bene, e costano anche meno rispetto a cuffie omonime: 169 euro. A voi la nostra videoreview.

 

Info sull'Autore

è laureato in Informatica. Sei anni fa ha fondato Apple Tribù, e si impegna nel mantenere attivo il sito assieme agli altri autori. Puoi trovare Paolo su , e .