UXDE dot Net

Mac in secondo piano: ormai è tempo di mobile per Apple.. aimè

Pubblicato da il

Perfino il WWDC ce lo ha confermato, e ora tutto ciò che gira intorno ad Apple. A Cupertino, o forse nella testa dei suoi dirigenti, qualcosa sta cambiando. Chi ci segue da tempo, saprà ormai che ci siamo quasi sempre focalizzati principalmente sulle notizie che riguardassero i Mac (l’hardware) e Mac OS X (il software). Ma anche noi abbiamo difficoltà a reperire succose notizie e rumors da diffondere sul web.

Nel 1996 la Apple Computer era in crisi; il sistema operativo Mac OS, montato sulle macchine Apple, era ormai obsoleto e l’azienda aveva necessità di cambiare ed offrire qualcosa di nuovo sul mercato. L’azienda decise pertanto di acquistare una software house che disponesse di un moderno sistema operativo, da adattare successivamente a macchine con architettura PowerPC. All’inizio la società pensò all’acquisizione della Be Inc., azienda fondata da due transfughi della Apple: il maggior candidato a diventare il nuovo sistema operativo di Apple sembrava quindi essere il BeOS, di cui è già in corso la portabilità per l’architettura PowerPC. In seguito, la Apple Computer contattò Steve Jobs. Jobs in cambio chiese che la Apple acquisisse la NeXT – in grave crisi – e l’affare andò in porto. Il NeXTSTEP, sistema operativo della NeXT, diviene la base di quello che fu il futuro OS di Apple, il Mac OS X, mentre lo sviluppo del vecchio Mac OS terminò con la versione 9.2. Oggi… a diversi anni da quei giorni… abbiamo Mac OS X Snow Leopard, considerato da molti (e da noi ovviamente) il miglior sistema operativo sul pianeta. Velocità, prestazioni, styling, supporto, connettività… insomma abbiamo tutto ciò che si può desiderare. Ma nulla sarebbe accaduto se non ci fossimo stati noi, fedeli “adepti” al mondo Macintosh. Eppure.. oggi… Cupertino sta divagando su un altra strada, la strada del mobile, che detiene tutta la massima concentrazione di Steve Jobs, degli ingegneri, e di tutti coloro che sono all’interno di Apple. Non riusciamo a capacitarci, del perché, al WWDC, evento mondiale degli sviluppatori Apple, tutta l’attenzione sia stata gettata sull’iOS. Il mercato è il mercato, ma la fedeltà degli utenti non si può acquistare con il vile denaro! Caro Steve, vogliamo aggiornare le nostre care macchine Mac e dare più attenzione ad OS X? Non chiediamo molto… solo l’attenzione di un tempo, il tempo che ci è stato concesso fino a qualche anno fa.
Con tutta la stima possibile…

Info sull'Autore

è laureato in Informatica. Sei anni fa ha fondato Apple Tribù, e si impegna nel mantenere attivo il sito assieme agli altri autori. Puoi trovare Paolo su , e .